I Dieci Regali Più Costosi Di Tutti I Tempi

Nel periodo delle feste ci viene detto spesso che “è meglio dare che ricevere”. In questo articolo mostriamo dieci lussuosi esempi dove anche il “ricevere” deve essere stato piuttosto piacevole. Da gemme enormi a matrimoni sfarzosi, opere d'arte, jet privati e super-yacht, questi doni da magnati definiscono gli standard per regali stravaganti.

Edward Beale McLeane, il rampollo del Washington Post, regaló il famoso diamante Hope di 45,52 carati a sua moglie Evalyn nel 1991. Attualmente è custodito presso il museo Smithsonian, donato dal gioielliere Harry Winston, il quale lo acquistò in seguito alla morte della signora McLean. (Foto: PAUL J. RICHARDS/AFP/Getty Images)

1. I Gioielli Nella Corona

Nel 1849 Duleep Singh, l’ultimo marajà dell’impero Sikh, regalò alla regina Vittoria il diamante Koh-i-noor di 186 carati.  

Reputando la gemma (enorme) poco interessante, il Principe consorte Alberto, tre anni dopo, la fece tagliare per renderla più brillante riducendola a 105,6 carati.

Attualmente è incastonata nella corona della Regina Madre ed è la parte più importante dei Gioielli della Corona Britannica.

Fu il diamante più grande mai trovato e il suo valore è inestimabile. (Basti pensare che ad esempio il diamante Hope, 45,42 carati, è valutato oltre 250 milioni di dollari).

Una replica del Koh-i-noor, incastonato nella corona dell’ultima Regina Madre, custodita nella Torre di Londra.(Foto: DESHAKALYAN CHOWDHURY/AFP/Getty Images)


2. La libertà non è gratis

Già in recessione dopo la Guerra dei Sette Anni degli anni '70 del 1700, la Francia sovvenzionò la Guerra di Indipendenza Americana con un equivalente di quelli che oggi sarebbero 20 miliardi di dollari, facendo sprofondare i transalpini in una ancor più profonda crisi economica che portò alla rivoluzione francese. L’aver aiutato gli americani ad ottenere la libertà dalla dominazione britannica potremmo dire che costò non solo un occhio della testa...ma tutta la testa, corona inclusa, del re Luigi XVI. Successivamente la Francia donò agli Stati Uniti un regalo unico: la Statua della Libertà, un ricordo della loro cooperazione per la liberazione dal giogo britannico.

Palazzo Cartier sulla Fifth Avenue, New York, acquisita dal gioielliere in cambio di una collana di perla da un milione di dollari nel 1917. (Foto by Evan Agostini/Getty Images)

3. Il Fascino Delle Perle

Nel 1917, il banchiere newyorkese Morton Plank scambiò il suo palazzo di sei piani a Fifth Avenue per una collana di perle di Cartier da un milione di dollari (20 milioni al valore del dollaro dei giorni nostri) per regalarlo alla sua giovane moglie.

Alcuni anni dopo, l’invenzione della coltivazione delle perle da parte di Mikimoto causò un crollo dei prezzi e la collana venne venduta per solo 150 mila dollari alla morte della Signora Plank nel 1956.

L’ex maniero di Plank, che è stato poi il simbolo dei negozi Cartier per quasi un secolo, oggigiorno varrebbe centinaia di milioni.

Per questo il baratto del suo palazzo per una collana è stato il più sfortunato della storia ed il suo regalo uno dei più costosi di sempre.

4. Trattato Con Cura

Nel 2003, Leonard Lauder, il miliardario dei cosmetici, diede la sua collezione di capolavori cubisti da 1.1 miliardi di dollari al Metropolitan Museum of Art di New York (tra le opere figurano quelle di Pablo Picasso, Georges Braque, Juan Gris and Fernand Legér). Questa è considerata la più grande donazione d’arte di sempre.


4. Amanti dell’Arte

Nell'arco di una decina d'anni, il magnate Roman Abramovich ha regalato alla moglie Dasha Zhukova (amante dell’arte e proprietaria di gallerie ed editrice) opere d’arte per un valore di centinaia di milioni di dollari.

Tra le generose acquisizioni per conto della moglie, ricordiamo una scultura di Giacometti da 14 milioni di dollari, un gruppo di 40 dipinti dell’artista russo Ilya Kabakov (valutati tra i 30 e i 60 milioni ciascuno), opere di Francis Bacon (86 milioni di dollari) e Lucian Freud (33 milioni).

Trittico di Francis Bacon (1976), acquistato da Roman Abramovich nel 2008 per 43 milioni di sterline - il prezzo più alto mai raggiunto prima di allora da un Bacon  e la cifra più alta di sempre spesa all’asta per opera d’arte moderna. (Foto by Cate Gillon/Getty Images)

6. Un Diamante È Per Sempre

Nel 1969 Richard Burton partecipò a un'asta in competizione con, fra gli altri, il Sultano del Brunei e con Aristotele Onassis, ma non riuscì ad aggiudicarsi un diamante da 68 carati.

In preda al rimorso, il giorno dopo, lo comprò dal vincitore, Cartier, per un milione di dollari, (il prezzo più alto mai pagato per un gioiello venduto pubblicamente e che corrisponde a 6,6 milioni di dollari attuali) per regalarlo a sua moglie Elizabeth Taylor.

Dopo il suo secondo divorzio da Burton nel 1978, Elisabeth Taylor vendette il diamante e ne utilizzò i proventi per finanziare la costruzione di un ospedale in Botswana.

Un tributo da Shah Jahan alla sua moglie defunta, nel diciassettesimo secolo, la costruzione del Taj Mahal costò 32 milioni di rupie, cifra che si aggira intorno a un miliardo di dollari dei giorni nostri. (AP Foto/John Moore)

7. Commemorazione Sfarzosa

Il regnante del Mughal Shah Jahan spese l’equivalente di 827 milioni di dollari per costruire il Taj Mahal, lavori che durarono 22 anni partendo dal 1632, come regalo e mausoleo per la sua favorita e defunta moglie. Più di 20000 artigiani parteciparono nella creazione di quello che è oggi la più grande attrazione turistica in India. Secondo la leggenda lo Shah fece giustiziare molti degli architetti e artigiani coinvolti nella costruzione del Taj Mahal per far sì che non avrebbero mai potuto costruire nient'altro così glorioso, rendendo questo regalo immensamente costoso in termini di tempo, soldi e di vite umane.


8. Qualunque Cosa Per Stare A Galla

Il miliardario indiano Anil Ambani, dopo che suo fratello donò alla moglie Nina un jet aziendale Airbus A319 da 60 milioni di dollari, regalò a sua moglie Tina (ex attrice di Bollywood) un super yacht di 34 metri di nome Tian, nel 2008, spendendo più del doppio del prezzo medio per metro della maggior parte dei super yacht, lasciando pensare che la nave, di costruzione italiana, sia equipaggiata in modo spettacolare.

Evalyn McLean immortalata con i suoi gioielli, compreso il famoso diamante Hope, al suo ritorno a New York da un tour a Mosca.  (AP Photo)


9. Gemma-Dipendente

Nel 1908, il cercatore d’oro multimilionario Thomas Walsh comprò come regalo di nozze per sua figlia Evalyn la Stella dell’Est, diamante di 94,80 carati da Cartier di Parigi per 120 mila dollari. Tre anni dopo, facendo acquisti da Cartier, il marito di Evalyn (il rampollo del Washington Post Edward Beale McLean) le compró un regalo unico: il diamante Hope per 300 mila dollari (pari a circa 7.6 milioni di dollari di oggi).

Evalyn indossava spesso i due diamanti insieme, a volte metteva il diamante Hope sul collare del suo cane Great Dane durante le feste. Il gioielliere Harry Winston acquistò ambedue le gemme dopo la morte della signora McLean e decise di donare il diamante Hope nove anni dopo, nel 1958, allo Smithsonian National Museum of Natural History dove si trova attualmente.

Si dice che sia stato assicurato per 250 milioni di dollari. La Stella Dell’Est, invece, non si sa dove si trovi attualmente.


10. Felicità Matrimoniale

Il Miliardario russo Mikhail Gutseriev ha speso un miliardo di dollari per il matrimonio di suo figlio nel 2016: un lussuoso evento durato più giorni, in diverse città e che includeva le esibizioni di Jennifer Lopez, Sting ed Enrique Iglesias; la sposa indossava un abito da sposa da un milione di dollari firmato dalla stilista Elie Saab.






fonte: https://www.forbes.com/sites/christianbarker/2016/12/02/the-top-ten-most-expensive-gifts-of-all-time/.

Condividi questo articolo